Difesa del Lario

Turismo storico-militare tra i laghi e le montagne della Lombardia.

Con questa proposta di turismo culturale a sfondo storico offriamo un percorso ideale che collega fra loro le maggiori opere difensive moderne presenti sul territorio delle province di Como, Lecco e Sondrio. Ambiente, paesaggio e storia si confondono in un lento cammino, ricco di spunti culturali ed enogastronomici.

La difesa di un territorio e della sua identità attraverso la riscoperta e la valorizzazione dei suoi valori caratteristici e delle sue eccellenze:

  • storia e cultura
  • paesaggio e ambiente
  • accoglienza ed enogastronomia
Mina di Brienno

La galleria di mina di Brienno, è stata realizzata tra il 1916 e il 1917, quale opera di sbarramento del passaggio obbligato della Strada Regina in corrispondenza della galleria stradale scavata nello sperone di roccia del Puncètt, che si getta nel lago appena al di sotto della Chiesa della Madonna di Ronca.

Essa è costituita da un cunicolo principale con sette diramazioni per un totale di circa 80m di scavo in roccia, con sei pozzi di mina, quattro camere, tre cisterne e un condotto di aerazione.

Suggestivamente affacciato sul lago, a pochi chilometri a nord di Como, Brienno affonda le proprie radici nell’antichità celtica e romana. Chiuso nell’intrico delle sue viuzze, è uno dei borghi più belli d’Italia.

Mina di Verceia

La galleria di mina di San Fedele di Verceia, è una delle opere più importanti nel suo genere. Realizzata tra il 1916 e il 1917, quale opera di sbarramento del passaggio obbligato della Strada dello Spluga e della ferrovia della Valchiavenna in corrispondenza della doppia galleria, stradale e ferroviaria, scavata nello sperone di roccia di San Fedele che si getta nel Lago di Mezzola, sperone un tempo aggirato da monte grazie all’antica Strada dei Cavalli.

Si tratta di un complesso costituito da un cunicolo principale spezzato in quattro tratte con diciotto diramazioni per un totale di oltre 200m di scavo in roccia, con sedici pozzi di mina, un pozzo di prelievo, sei camere, quattro cisterne, tre condotti di aerazione.

Suggestivamente affacciato sulla Riserva Naturale del Pian di Spagna e del Lago di Mezzola, Verceia è il primo paese all’imbocco della Valchiavenna.

Back-To-Top